xxix.jpeg
madonna stilizzata 2023

Diocesi Alghero-Bosa

Parrocchia Madonna del S. Rosario

Parrocchia Madonna del S. Rosario

​via XX Settembre, 230 - 07041 ALGHERO

Vicario parrocchiale: don Manuel Petretto

079 951367 donmanuel@rosarioalghero.org

© Creative Commons 4.0 - 2019-2024 by Parrocchia Madonna del S. Rosario - Alghero


facebook
instagram

 

Lectio Divina

dsc08001.jpeg

Con padre Mauro Maria Morfino

vescovo di Alghero-Bosa

 

Qui tutti gli incontri di tutti gli anni.

​Oltre 70 ore di catechesi

2023-2024

Dallo scandalizzarsi di Gesù al farsi suoi discepoli

Una lettura del Vangelo di Marco

Il Vangelo di Marco è al centro dei sette incontri che padre Mauro Maria Morfino, vescovo della nostra diocesi, ha voluto trattare in questo nuovo ciclo di Lectio divina.

Il Gesù che esce dagli schemi, che scandalizza chi incontra, che mette in crisi chi ha una concezione di fede e di Dio lontana da quella celeste, è la base sulla quale si fonda l'adesione di chi apre il cuore al Padre e sceglie di vivere una nuova vita di relazione con il proprio Creatore, sino a dare la vita per la fede.

«Saremmo del tutto temerari a voler capire che cosa il Signore oggi vuole da noi come comunità cristiana e come singoli senza avere una frequentazione seria, sapienziale e pregata della Parola di Dio.»

Marco evita quasi di parlare di Dio, presentandolo indirettamente attraverso il Figlio, mostrando come non si tratti di un essere superiore che deve essere "pagato" con olocausti, offerte o pratiche "magiche" per ottenere quello che si vuole, come avveniva con tutti gli dei e, prima di Gesù, anche con il Padre. Dio è invece colui che prende l'iniziativa, senza che l'uomo gli si rivolga, e chiede di avere credito. 

Quante volte abbiamo sentito o letto interi brani dei Vangeli? E quante volte ne abbiamo davvero compreso il significato? Padre Mauro nel 3° appuntamento di quest'anno con la Lectio Divina, si è concentrato in particolare proprio su questo aspetto, considerato da Gesù cruciale, il vero ostacolo che impediva ai suoi discepoli allora e ancora oggi a noi, di vedere il mistero di Dio presentato attraverso il Figlio, la totalità del progetto di salvezza dell'umanità. Questa difficoltà permane nonostante l'enorme differenza di conoscenze e di capacità che 2.000 anni hanno stratificato a nostro favore. In Marco, che scriveva per coloro che aspiravano ad avvicinarsi alla conoscenza di Gesù, questo ostacolo è messo immediatamente in primo piano, perché chi sceglieva di iniziare il cammino potesse farlo consapevolmente.

2022-2023

Come Paolo di Tarso, testimoni e annunciatori del Vangelo

Il nuovo ciclo di incontri della Lectio Divina, è tutto incentrato su San Paolo.

Lui, chiamato e convertito "a forza" dopo uno straordinario incontro con il Signore, da persecutore divenuto perseguitato, quale conseguenza della sua fedele adesione al Vangelo, è un esempio di testimonianza che il tempo non ha sbiadito.

Ogni cristiano è chiamato ad annunciare il Vangelo, innanzitutto con la vita di tutti i giorni, anche sull'esempio di Paolo.

Si parte con il brano del cap. 12, versetti 9-18, vere e proprie indicazioni su quello che deve essere lo stile di vita del cristiano. Una "lezione" sempre attuale, valida allora come oggi.

La figura di San Paolo e la sua conversione: pur essendo un episodio così personale ha assunto un significato cruciale per la Chiesa tutta e per la nostra fede. L'incontro vero e sentito con Gesù è totalizzante: nulla regge il confronto.

Tutti hanno presente la "folgorazione sulla via di Damasco", ma solo osservando alcuni importanti dettagli degli Atti degli Apostoli e di alcune lettere paoline, se ne percepisce tutta la portata.

Ecco lo stile del Signore Gesù: nonostante l'accanita persecuzione nei confronti dei  cristiani, invece che toglierlo di mezzo, Paolo è arruolato come il più formidabile dei predicatori. Dio non ragiona con i nostri schemi.

"Ci sono atteggiamenti che pur essendo dottrina vera, allo stesso tempo sono perversi." È uno dei concetti chiave espressi da padre Mauro nel corso dell'ultimo appuntamento con la Lectio 2022-2023

La nostra salvezza non dipende da ciò che facciamo o non facciamo. Non giungeremo mai alla perfezione, ma siamo resi giusti dalla fede in Cristo, che ci ha salvati con quello che agli stolti sembra il fallimento della croce. 

2021-2022

Aprire i confini, ascoltarci, testimoniare il Signore

Dedicata all'incontro tra Pietro e Cornelio raccontato da Luca negli Atti degli Apostoli, la Lectio Divina 2021-2022 guarda a come Dio sia interessato all'umano nella sua interezza e non ad una parte sola. Un ebreo, il primo degli apostoli, in Cristo è accomunato ad un centurione romano. Se ci sono riusciti 2.000 anni fa, a maggior ragione dovrebbe essere possibile oggi vivere in pace ed armonia, anche nelle diversità.

 

2020-2021

Abramo: chiamato a dar credito a Dio | 2

L'interruzione forzata imposta dalle misure anti Covid, ha lasciato a metà il progetto di Lectio Divina pensata per il grande patriarca.

La si riprende e completa in sei episodi trasmessi in diretta dalla cappella dell'episcopio e resi disponibili sul canale YouTube diocesano, ora ripresi anche da noi per facilitare una visione ordinata di tutti gli incontri.

1
4
2
3
5
6

2019-2020

Abramo: chiamato a dar credito a Dio | 1

 

Si tratta di Abramo in questa nona serie di incontri dedicati alla Lectio Divina. Una figura emblematica, posta a fondamento della fede di ebraismo, cristianesimo e islamismo, le cui vicende devono essere comprese per comprendere la nostra fede, con sullo sfondo domande alle quali devono sono date risposte che permettono di vedere sotto un'altra luce anche i brani più noti. 

2018-2019

Rilancio di vita in strutture di morte

Si prosegue nell'analisi di Genesi, il primo libro della Bibbia del quale scopriamo ogni volta aspetti assolutamente straordinari. Nel primo video ci vengono date alcune fondamentali chiavi di lettura, con una particolare attenzione al significato della preghiera e dell'ascolto della Parola. Non si può prescindere da queste considerazioni basilari se si desidera conoscere e comprendere il perché di molti gesti e indicazioni che la Chiesa offre ai credenti.

Buona visione

1
4
2
3
6
7
5

2017-2018

Dio vide che era cosa buona

Genesi, testo tra i più complicati, spesso oggetto di attacchi soprattutto per i suoi racconti sulla creazione. In questo primo incontro ci si è concentrati sulla necessità dell'interpretazione, intesa come la chiave che consente di aprire le porte di una casa che è molto diversa dalla nostra, costruita da persone completamente immerse in un'altra cultura e che, proprio per queste differenze, possono essere facilmente fraintese.

Buona visione

1
4
2
3
6
7
5

2016-2017

Atti degli Apostoli

In questo sesto anno ci concentreremo sugli Atti degli Apostoli, un testo di grande importanza per chi intende crescere nella fede.

Sono diversi gli aspetti considerati: la preghiera e la sua importanza, la vicinanza di Dio anche verso chi è ritenuto lontano, il malcontento dei primi fedeli che induce gli apostoli a dare un'organizzazione e delega ad altri di occuparsi delle cose quotidiane.

1
4
2
3
6
5

2015-2016

La Misericordia

Il tema per tutti gli incontri di Lectio Divina di questo anno pastorale, è la Misericordia, in occasione del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco. Tra le parti di Sacra Scrittura trattate, l'inno Cristologico di San Paolo, contenuto nel 2° capitolo della lettera ai Filippesi, da molti considerato teologicamente più profondo del prologo al Vangelo di San Giovanni, e la risposta alla domanda "chi è il mio prossimo?".

1
4
2
3
7
6
5

2015-2016

2014-2015

Vangelo di Giovanni

Il Vangelo scritto dall'Apostolo Giovanni ormai in tarda età, si distingue dagli altri Vangeli per stile e anche per la modalità di trattare gli argomenti. Il mirabile inizio con il prologo fa da supporto a tutto.

L'attenzione di Gesù verso chi lo cerca ed il desiderio di conoscerlo che è insito in molti uomini, è uno dei passaggi di maggior interesse, che ha in Natanaele il protagonista di un viaggio nella fede che dovrebbe esserci di esempio.

1
4
2
3
7
6
5
8

2015-2016

2013-2014

Vangelo di Matteo

L'attenzione sul Vangelo di Matteo entra a pieno titolo nel progetto della Chiesa di rimettere al centro la Parola. 

Una particolare attenzione viene riservata al discorso della montagna: con le parole pronunciate da Gesù in quell'occasione sono stati plasmati i suoi discepoli (e noi stessi), è stato svelato il piano rivoluzionario di Dio, spesso molto lontano da quello che pensavano e che erano sicuri fosse la volontà del Padre.

1
4
2
3
7
6
5

2012 - 2013

Vangelo di Luca

Partendo dalla sua lettera pastorale "La fede viene dall'ascolto", Mons. Morfino ci parla dell'importanza dell'ascolto, esaltato in Luca 10, 38-42, ossia nel racconto di Gesù che si ferma a casa di Marta e Maria, sorelle di Lazzaro.  

Emblematico l'incontro nel tempio tra Gesù in fasce l'anziano Simeone: lui ormai anziano ed al tramonto gioisce per l'arrivo di chi potrà proseguire la sua opera.

 

1
4
2
3
7
6
5

2012

Vangelo di Marco

La prima serie di incontri con la Lectio divina ha come protagonista il Vangelo di Marco, quello che era abitualmente utilizzato per chi iniziava il suo cammino nella fede in Cristo.

La Parola non è un aspetto coreografico della vita delle persone ma è capace di dare la vita. Qual è il ruolo del Parola nella vita del credente?

 

1
4
2
3
6
5